...COSÌ NACQUE LA SEZIONE

Tanto orgoglio e un pizzico di sano campanilismo
alle origini della nostra esperienza.


Perché una sezione del CAI a Calalzo? La risposta più semplice ed immediata sarebbe: perché no?

Se invece vogliamo approfondire l'argomento, potremmo dire che a quel tempo, primi anni '60, chi voleva iscriversi al CAI doveva rivolgersi alla sezione di Pieve di Cadore oppure alla Sezione Cadorina di Auronzo, ed accettare democraticamente le delibere delle rispettive direzioni. È ovvio che, nonostante la passione e la partecipazione concreta, i calaltini non avrebbero potuto contare un granché nelle decisioni in quanto marginale minoranza rispetto agli iscritti. Da qui nasce l'idea tra amici calaltini iscritti al CAI di prodigarsi per la costituzione di una sezione a Calalzo.

Un piccolo numero di giovani che condividevano le stesse passioni per la montagna, che compartecipavano alle iniziative del Gruppo Aquilotti Calalzo, espressione giovanile di attività alpinistica in genere e folcroristica, che, diciamolo sottovoce, con una visione campanilistica vedevano volentieri il nome di Calalzo competere con le altre realtà cadorine, presero l'iniziativa di chiedere alla direzione centrale del CAI l'istituzione della sezione di Calalzo.

L'ingegner Apollonio di Cortina, delegato del CAI per la zona del Cadore, prese contatto con i promotori dando il suo assenso all'istituzione della sezione di Calalzo, previa la garanzia di un certo numero di iscrizioni. Il numero di adesioni arrivò presto. Si iscrissero giovani e meno giovani di Calalzo e anche molti villeggianti.

Finalmente la sezione di Calalzo poteva vantare le sue glorie nelle gesta dei fratelli Fanton, che furono esempio e sprone ad altri giovani calaltini (vedi De Bon Gianmarria, Fanton Giovanni, Rocchi Alfonso, Frescura Leo, ecc.). È bene ricordare che nel costituendo Corpo Soccorso Alpino aderirono con entusiasmo molti giovani, e primo fra tutti, nonostante l'età, la guida alpina Ernesto Bertagnin, altro vanto della sezione. Il gagliardetto della Sezione Cai Calalzo può vantare una madrina che fa onore a tutto il paese di Calalzo: Luisa Fanton.



WWW.CAICALALZO.IT

su