IL RICOVERO DELLA SEZIONE CAI CALALZO

Un piccolo rifugio ai piedi delle Marmarole meta di
escursioni e trampolino per tante amicizie.


Quando la sezione di Calalzo del CAI cominciò a crescere ed allargò il numero delle attività, diventò evidente l'opportunità di disporre di un appoggio in quota, nel quale riparare arnesi di lavoro e materiali necessari per la manutenzione dei sentieri, e l'attrezzatura che serviva per arrampicate sulle Marmarole. L'idea era nata, ed era buona, ma... e i soldi?

Per fortuna alcune ditte misero gratuitamente a disposizione del CAI i materiali necessari per la costruzione della struttura. La travatura arrivò in quota grazie all'intervento di un elicottero dell'esercito; tutto il resto fu portato a spalla con grande fatica e lavoro tenace: furono necessari 3 anni per far salire perline, pannelli, lamiere, chiodi e tavolame ai 1900 m del prato di Pianezze. Ora il ricovero era costruito, ma era necessario altro denaro per completare l'opera. Un colpo di genio (una mostra di pittura) consentì di risolvere ogni problema e così, ad ottobre del 1978, il Ricovero era pronto e fu solennemente inaugurato.

Si decise di dedicarlo al ricordo di due giovani cadorini innamorati delle loro montagne ma purtroppo caduti in croda: Leo Frescura ed Alfonso Rocchi.

Con l'andare degli anni la costruzione fu poi migliorata ed abbellita. E così, grazie al lavoro di tanti, oggi la Sezione può disporre di una base che le consente di organizzare al meglio le sue tradizionali manifestazioni: il trofeo Valcanover e la festa di settembre che chiude le attività estive di montagna.


REGOLAMENTO

  1. Il ricovero è intitolato alla memoria di Leo Frescura e Alfonso Rocchi ed è di proprietà della Sezione del CAI di Calalzo di Cadore.

  2. L'uso del ricovero è riservato ai soci della Sezione di Calalzo. Possono anche accedervi soci di altre Sezioni del CAI, purché accompagnati da un socio della Sezione di Calalzo maggiorenne. Il gruppo non potrà superare le otto unità.

  3. L'uso del ricovero è limitato a non più di tre giorni. A ogni richiesta delle chiavi è obbligatorio indicare il numero delle persone usufruenti di posti letto ed esibire il tesserino in regola per l'anno in corso.

  4. La quota per l'uso del ricovero è fissata in un minimo di 10 euro a persona la prima notte, 5 euro per le notti successive.

  5. Le chiavi del ricovero si possono ritirare presso l'incaricato responsabile. Le chiavi dovranno essere restituite immediatamente allo stesso al momento del ritorno in paese. In caso di ritardata restituzione le giornate di ritardo verranno conteggiate come soggiorno al ricovero.

  6. È obbligatorio l'uso di lenzuolo e federa o del sacco letto.

  7. Chi fa uso del ricovero si rende responsabile di eventuali danni che dovesse recare. In caso di danni e ammanchi il Socio è tenuto a darne immediata comunicazione alla Sezione, la quale si riserva di chiederne il rimborso spese e di applicare eventuali penalit&agrvae;. È vietato introdurre animali nel ricovero e nel locale adibito a dormitorio. È severamente proibito fumare. Al momento della partenza si dovrà lasciare tutto in perfetto ordine.

  8. Il Consiglio Direttivo confida nel senso civico dei soci per il mantenimento del ricovero che è di patrimonio di tutti gli iscritti alla Sezione. Il Consiglio Direttivo della Sezione si riserva la facoltà di negare le chiavi a chi non rispettasse il presente regolamento.

  9. Per quanto non contemplato nel presente regolamento, valgono le norme fissate dal regolamento generale per l'uso di rifugi, bivacchi e ricoveri del Club Alpino Italiano.

  10. Il Consiglio Direttivo della Sezione si riserva, ove lo riterrà opportuno, di apportare modifiche al presente regolamento.

  Scarica il regolamento in pdf


WWW.CAICALALZO.IT

su